LAVARSI LE MANI:
UNA BUONA ABITUDINE PER PREVENIRE LE MALATTIE

Secondo il Robert Koch Institute (RKI), una corretta igiene delle mani protegge il corpo da batteri, virus e funghi. Quando fai la spesa, prendi l'autobus o cucini: praticamente per ogni gesto quotidiano entrano sempre in gioco le mani. Nel corso di una giornata tocchiamo innumerevoli oggetti e il fatto di raccogliere germi non può essere completamente evitato. Cionondimeno, lavarsi le mani regolarmente aiuta a prevenire la trasmissione di agenti patogeni da persona a persona. Ma qual è il modo corretto per farlo? Scopriamolo insieme in questo articolo!

L’IGIENE DELLE MANI PROTEGGE LA SALUTE

Quando spingi l'interruttore apriporta dell'autobus, accarezzi il cane del vicino, prepari un filetto di pesce o usi il bagno: ovunque ci sono germi pronti ad attaccarsi alle tue mani. Gli epidemiologi del Robert Koch Institute (RKI) lo hanno scoperto in numerosi studi. Questo può diventare un problema se involontariamente porti le mani al viso per strofinarti gli occhi, o per mangiare un pezzo di pane, agevolando quindi la trasmissione dei germi dalla superficie delle mani alle mucose. In questo modo gli agenti patogeni entrano rapidamente nel corpo attraverso le mucose, mettendo potenzialmente in pericolo la tua salute. Il risultato può essere ad esempio una diarrea fastidiosa, un raffreddore o una brutta influenza.

Secondo l'RKI, non tutti i sistemi immunitari riescono a respingere i piccoli aggressori. I medici avvertono che questi germi possono essere pericolosi soprattutto per i bambini piccoli, gli anziani e le persone con malattie. E nella vita di tutti i giorni ci sono numerose opportunità di contatto. La conseguenza: gli agenti patogeni raggiungono le persone attraverso gli oggetti di uso quotidiano, e così sono trasmessi ad altre persone. Per rompere questo circolo vizioso è opportuno lavarsi le mani regolarmente. Secondo il Centro federale tedesco per l'educazione sanitaria (Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung (BZgA)), sono diversi gli studi che hanno dimostrato l’efficacia della procedura di pulizia, la quale aiuterebbe a ridurre notevolmente il numero di germi.

COME LAVARSI LE MANI PASSO DOPO PASSO

Naturalmente, per fermare gli agenti patogeni, non basta passare fugacemente le mani sotto il getto d'acqua, ma è necessario lavarle accuratamente. La seguente procedura, raccomandata dalla BZgA, sembra più complicata di quanto non sia ma in realtà, dopo averla provata qualche volta, è presto interiorizzata:

1: tieni le mani sotto l'acqua corrente per inumidirle a sufficienza. Puoi scegliere la temperatura dell'acqua che ritieni più confortevole, perché secondo gli esperti di igiene, questa non influisce sul processo di pulizia.

2: l'unico modo per lavarsi accuratamente le mani è insaponarle bene, un punto che gli esperti di igiene sottolineano sempre. Il sapone liquido prelevato da un dispenser è più igienico di una saponetta per le mani. Generalmente, come quantità una noce è considerata sufficiente. È importante distribuire bene il sapone sulle mani. Strofinalo sia sul palmo della mano che sul dorso. Non tralasciare gli spazi tra le dita e i polpastrelli e non dimenticare i pollici. Per unghie visibilmente sporche, si consiglia di utilizzare una spazzola pulita.

3: strofina e massaggia delicatamente il sapone fino a creare la schiuma. La ricerca ha dimostrato che il fattore tempo gioca un ruolo importante: dedica dai 20 ai 30 secondi al lavaggio delle mani. I professionisti del settore medico si attengono a questa regola temporale che permette di pulire con attenzione tutte le parti della mano. Se le mani sono visibilmente sporche, avrai bisogno di più tempo, per esempio dopo il giardinaggio o aver pulito casa.

4: ora rimuovi tutti i residui di sapone sciacquando le mani sotto l'acqua corrente. È bene non toccare più il rubinetto dopo essersi lavati le mani. I germi lasciati all'apertura del rubinetto potrebbero ancora trovarsi sulla sua superficie. Serviti di un asciugamano, una salvietta monouso o del tuo gomito, come fanno medici e infermieri.

5: Asciuga le mani con cura. È stato scientificamente provato che asciugandole del tutto si rimuovono i restanti germi che ancora aderiscono sulla superficie delle mani. Inoltre, gli ambienti umidi sono l’habitat ideale di batteri e spore fungine, per questo motivo si raccomanda di tamponare anche gli spazi tra le dita. Nel bagno di casa è meglio utilizzare il tuo asciugamano personale. Nei bagni pubblici, preferisci gli asciugamani elettrici o una salvietta monouso. Evita di utilizzare l’asciugamano in comune, se presente, che molto probabilmente è già stato adoperato per asciugare le mani degli ospiti precedenti.

GROHE consiglia: hai bisogno di una dimostrazione per capire meglio l’esecuzione della procedura? Questo video tutorial del Policlinico di Milano è molto semplice ed esplicativo.

Straordinaria facilità d’uso

  • Rubinetteria senza contatto dotata di affidabili sensori.
  • Attivazione del getto d’acqua con il movimento della mano.
  • Risparmio idrico grazie al fatto che viene impiegata solamente la quantità d’acqua necessaria.
Scopri di più

Tecnologia innovativa

  • Risciacquo automatico contro il ristagno d’acqua nelle tubature.
  • I pochi spazi morti nella rubinetteria diminuiscono la propagazione di batteri.
  • Disinfezione termica contro batteri come legionella e altri microrganismi patogeni.
Scopri di più

Fonti:

Robert Koch Institut: Epidemiologisches Bulletin, 30. April 2012 / Nr. 17, S. 143f.
Robert Koch Institut: Epidemiologisches Bulletin, 29. April 2013 / Nr. 18/19, S. 139.
Bundeszentrale für gesundheitliche Auzfklärung (BZgA): Broschüre "10 Hygienetipps", S. 5.
Robert Koch Institut: Epidemiologisches Bulletin, 29. April 2013 / Nr. 18/19, S. 166.

Indietro
utilizziamo i nostri cookie e quelli dei terzi a fine pubblicitari per migliorare la tua esperienza sul nostro sito e i nostri servizi analizzando la navigazione dell’utente sul nostro sito web. Se continui a navigare, accetterai l’uso dei cookie. Puoi rifiutare l’installazione di tali cookie. Per saperne di più, clicca qui